Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di altri siti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui

Ok

Accesso civico semplice e generalizzato

Accesso documentale (Capo V della legge n. 241/1990)

L’accesso documentale è il diritto dei portatori di un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente a una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è richiesto l’accesso, di prendere visione e estrarre copia di documenti amministrativi. La richiesta di accesso documentale può essere presentata da chi abbia un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente a una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento rispetto al quale è richiesto l’accesso. Per presentare la richiesta di accesso documentale è possibile utilizzare l’apposito modulo ed inviarlo:

• tramite PEC – posta elettronica certificata all’indirizzo dirittoaccesso@geopec.it;

• tramite raccomandata A/R all’indirizzo Cassa Italiana di Previdenza e Assistenza Geometri, Lungotevere Arnaldo da Brescia, 4 – 00196 Roma.

Scarica il modulo per la richiesta di accesso documentale

La richiesta deve essere sempre sottoscritta e accompagnata da copia di un valido documento di identità dell’interessato anche in caso di trasmissione dell’istanza a mezzo posta elettronica certificata. Il documento non va trasmesso unicamente se la richiesta è sottoscritta con firma digitale o con altro tipo di firma elettronica qualificata o con firma elettronica avanzata.

Accesso civico semplice (art. 5 del d.lgs. n. 33/2013)

L’accesso civico semplice è il diritto di chiunque di chiedere ed ottenere i documenti, le informazioni o i dati che le pubbliche amministrazioni hanno l’obbligo di pubblicare sul sito istituzionale. La richiesta di accesso civico semplice può essere presentata da chiunque, non deve essere motivata ed è gratuita. Per presentare la richiesta di accesso civico semplice è possibile utilizzare l’apposito modulo ed inviarlo:

• tramite PEC – posta elettronica certificata all’indirizzo dirittoaccesso@geopec.it;

• tramite raccomandata A/R all’indirizzo Cassa Italiana di Previdenza e Assistenza Geometri, Lungotevere Arnaldo da Brescia, 4 – 00196 Roma;

• tramite posta elettronica all’indirizzo dirittoaccesso@cassageometri.it.

Scarica il modulo per la richiesta di accesso civico semplice.

La richiesta deve essere sempre sottoscritta e accompagnata da copia di un valido documento di identità dell’interessato anche in caso di trasmissione dell’istanza a mezzo posta elettronica certificata. Il documento non va trasmesso unicamente se la richiesta è sottoscritta con firma digitale o con altro tipo di firma elettronica qualificata o con firma elettronica avanzata.

Accesso civico generalizzato (art. 5 e 5-bis del d.lgs. n. 33/2013)

L’accesso civico generalizzato è il diritto di chiunque di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall’art. 5-bis del d.lgs. n. 33/2013. La richiesta di accesso civico generalizzato può essere presentata da chiunque, non deve essere motivata ed è gratuita.Per presentare la richiesta di accesso civico generalizzato è possibile utilizzare l’apposito modulo ed inviarlo:

• tramite posta elettronica certificata all’indirizzo dirittoaccesso@geopec.it;

• tramite raccomandata A/R all’indirizzo Cassa Italiana di Previdenza e Assistenza Geometri, Lungotevere Arnaldo da Brescia, 4 – 00196 Roma;

• tramite posta elettronica all’indirizzo dirittoaccesso@cassageometri.it.

Scarica i moduli:

Richiesta di accesso civico generalizzato Richiesta di riesame del richiedente

Opposizione del controinteressato

Richiesta di riesame da parte del controinteressato

La richiesta deve essere sempre sottoscritta e accompagnata da copia di un valido documento di identità dell’interessato anche in caso di trasmissione dell’istanza a mezzo posta elettronica certificata. Il documento non va trasmesso unicamente se la richiesta è sottoscritta con firma digitale o con altro tipo di firma elettronica qualificata o con firma elettronica avanzata.





data ultimo aggiornamento 31 luglio 2018