Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di altri siti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui

Ok
Le tecnologie e le politiche di tutela dell’ambiente e del territorio secondo la FIG
Professionisti e docenti esperti in materia di catasto e gestione del territorio, provenienti da tutto il mondo, si sono dati appuntamento a Prato, il 20 e 21 luglio, in occasione del workshop internazionale promosso dalle Commissioni 3 e 8 della Federazione Internazionale Geometri (FIG)



È in programma a Prato, il 20 e il 21 luglio, il workshop internazionale “Spatial Information Management to optimize Spatial Planning and Sustainable Development” (La gestione delle informazioni territoriali per ottimizzare la pianificazione del territorio e lo sviluppo sostenibile), organizzato dalle Commissioni 3 e 8 della Federazione Internazionale Geometri, in collaborazione con il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Prato e il coordinamento scientifico di Enrico Rispoli, Segretario del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati e presidente del Gruppo di Lavoro congiunto Commissioni FIG 3 e 8.

Due gli elementi portanti della discussione, introdotta da esponenti istituzionali (tra gli altri: il sindaco di Prato Matteo Biffoni, la deputata e componente della VIII Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici Erica Mazzetti, il presidente del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati Maurizio Savoncelli) e partecipata da una delegazione di 40 professionisti e docenti esperti in materia di catasto e gestione del territorio, provenienti  da tutto il mondo: la riflessione sulla necessità di migliorare l’habitat urbano, emersa prepotentemente con lo scoppio della pandemia da coronavirus; l’apporto che possono fornire le più avanzate tecnologie geo-informative allo sviluppo di politiche governative a tutela dell’ambiente e del territorio.

Nel corso dell’evento saranno presentate buone prassi di rigenerazione urbana, divenute veri e propri paradigmi laddove l’obiettivo è creare un ambiente accogliente, climaticamente neutro ed efficiente nell’uso delle risorse; superare la rigidità e il sovraffollamento; sottrarre al degrado spazi pubblici e privati.

Il workshop si svolgerà nell’ambito della XII edizione della “International Summer School”, un appuntamento che viene annualmente promosso dal Comitato Internazionale di Fotogrammetria Architettonica.

Per partecipare è obbligatoria la registrazione: clicca QUI. Le adesioni sono aperte fino ad esaurimento dei posti.