Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di altri siti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui

Ok
“La giusta esecuzione”: vademecum per l’esperto stimatore

Diretto e curato dal Giudice Giulio Borella, il volume “La giusta esecuzione”, da poco dato alle stampe, vuole essere un punto di riferimento per l’esperto stimatore nelle espropriazioni immobiliari, con una riflessione approfondita sul ruolo e sui compiti di questa figura                  


“La perizia è la chiave di volta di tutte le procedure, una istruttoria ben fatta è centrale per una corretta azione”. Ne è certo Giulio Borella - Giudice delle Esecuzioni Immobiliari e giudice delegato ai fallimenti del Tribunale di Vicenza, nonché relatore in numerosi seminari e convegni sul tema – che ha curato e diretto la pubblicazione del volume “La giusta esecuzione. Ruolo e compiti dell’esperto stimatore nelle esecuzioni immobiliari” per la casa editrice Stimatrix.

Il libro, firmato anche da Michela Marchi, architetto, e Barbara Schepis, avvocato, vuole essere una sorta di vademecum per chi svolge il delicato compito di ausiliario del Giudice.

Cosa significa l’utilizzo di standard affidabili? Quando una perizia può dirsi ben fatta e dunque attendibile? Sono alcune delle domande a cui il volume diretto da Giulio Borella vuole dare delle risposte. E la principale è nella metodologia utilizzata, nella adozione di una procedura chiara, svolta correttamente, che lascia presumere la correttezza dei risultati raggiunti.

“Questo libro prova a richiamare tutti i protagonisti della tutela del credito alle proprie responsabilità – spiega Giulio Borella nell’introduzione - facendo tesoro delle migliori esperienze di vari tribunali italiani. In particolare, quanto all’esperto stimatore, viene messo in luce il suo compito di far emergere la sicurezza e la convenienza degli acquisti in asta”.

Emerge come essenziale, dunque, il ruolo dei professionisti ausiliari del Giudice dai quali dipende la buona riuscita della procedura. Ecco che allora la competenza tecnica da sola non basta, ma diventa fondamentale sapere di cosa il Giudice ha bisogno, quali siano le sue richieste e le motivazioni delle richieste stesse. In particolare, quanto all’esperto stimatore, viene messo in luce il suo compito di far emergere la sicurezza e la convenienza degli acquisti in asta. Solo grazie a questi strumenti si potrà essere certi di arrivare ad una “Giusta esecuzione”.

“Nella consapevolezza che, oggi, con un mercato delle transazioni in netta ripresa e un andamento dei prezzi ancora più o meno statico – riflette Giulio Borella - è il momento giusto per comprare, perciò se si perde questo treno si rischia di rimanere impantanati per anni”.