Cassa Geometri

Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di altri siti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui

Ok

Le guide › Le prestazioni previdenziali

PENSIONI IN REGIME DI TOTALIZZAZIONE (d.Lgs. n. 42 del 2/2/2006)


La totalizzazione consente di cumulare più periodi assicurativi intrattenuti presso diverse gestioni previdenziali.  La totalizzazione riguarda tutti e per intero i periodi assicurativi posseduti nelle gestioni ed ai fini del conseguimento del diritto ad un'unica prestazione possono essere cumulati solo i periodi non coincidenti.
La possibilità di accedere alla totalizzazione è estesa anche a coloro che abbiano maturato il diritto autonomo a pensione in una delle gestioni interessate a condizione che  gli interessati non siano  già titolari di altra pensione.

La facoltà di totalizzare ai sensi del D.lgs. n. 42/2006 è riconosciuta a decorrere dal 1.1.2006.

 

LE CONDIZIONI

 

  • i richiedenti non devono essere già titolari di un trattamento pensionistico;
  • il cumulo dei periodi assicurativi presenti in gestioni diverse purché non coincidenti temporalmente;
  • a far data dal 1/01/2012 si possono totalizzare tutti i contributi versati nelle varie gestioni senza alcun limite temporale contributivo;
  • può essere chiesta la totalizzazione anche nelle ipotesi in cui si raggiungano i requisiti minimi per il diritto a pensione in una gestione o fondo;
  • non è possibile effettuare una totalizzazione parziale, sia per quanto riguarda le gestioni, sia per quanto riguarda i periodi contributivi della singola gestione.

 

LE PRESTAZIONI CONSEGUIBILI - REQUISITI



Pensione di anzianità

  • 40 anni di anzianità contributiva indipendentemente dall'età anagrafica;
  • sussistenza di ulteriori requisiti eventualmente previsti dai singoli ordinamenti.


Pensione vecchiaia

  • 65 anni di età sia per gli uomini che per le donne;
  • 20 anni di anzianità contributiva;
  • sussistenza di ulteriori requisiti eventualmente previsti dai singoli ordinamenti.

 

Pensione di inabilità

  •  requisiti richiesti nella Gestione in cui si verifica l'evento;
  •  requisiti di contribuzione e iscrizione previsti dall'Ente di iscrizione al verificarsi dello stato di inabilità.


Pensione indiretta

  • Requisiti di assicurazione e contribuzione richiesti nella forma pensionistica  nella  quale il    dante causa era iscritto al momento del decesso:
  • decessi avvenuti a decorrere dal 3 marzo 2006: applicazione D.Lgs. n° 42/06;
  • decessi avvenuti anteriormente al 3 marzo 2006: applicazione D.M. n° 57/03.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA E DECORRENZA


La prestazione è conseguibile a domanda e va presentata all'ente gestore della forma assicurativa a cui da ultimo il medesimo è, ovvero, è stato iscritto (Ente di istruttoria).  L'altro Ente presso cui sussistono anni assicurativi è detto Ente di competenza.

Pensione di Anzianità

Spetta a coloro che hanno maturato un'anzianità contributiva secondo quanto indicato nella seguente tabella:

Anno di maturazione

Anzianità contributiva


Slittamento decorrenza

Finestra di accesso (*)

fino al 201040 anni-
201140 anni 18 mesi
201240 anni 19 mesi
2013
40 anni e 3 mesi
di speranza di vita 
20 mesi
dal 2014
40 anni e 3 mesi
di speranza di vita 
21 mesi
 dal 2016
40 anni e 7 mesi di speranza di vita
21 mesi
 dal 2019
40 anni e 12 mesi di speranza di vita
21 mesi

(*) Se la domanda di pensione è presentata successivamente al decorso della c.d. finestra, la decorrenza è fissata al primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda.

Pensione  di Vecchiaia

Spetta a coloro che possono vantare i seguenti requisiti:

Anno di maturazioneEtàAnzianità contributiva


Slittamento decorrenza

Finestra di accesso(*)
 

fino al 201065 anni20 anni
-
dal 201165 anni20 anni
 18 mesi
dal 201365 anni e 3 mesi
di speranza di vita
 20 anni
 18 mesi
 dal 2016
 65 anni e 7 mesi di speranza di vita
 20 anni
18 mesi
 dal 2019
 65 anni e 12 mesi di speranza di vita
 20 anni
18 mesi

 (*) Se la domanda di pensione è presentata successivamente al decorso della c.d. finestra di uscita, la decorrenza è fissata comunque al primo giorno del mese successivo a quello di apertura della finestra, salva la possibilità di richiedere la decorrenza del trattamento pensionistico dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda.

 

Pensione Indiretta

  • La pensione ai superstiti decorre dal 1° giorno del mese successivo a quello del decesso del dante causa.


Pensione di Inabilità

  • Decorre dal 1° giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda.


AMBITO DI APPLICAZIONE

 

  • Si può accedere alla totalizzazione anche se si è maturato il diritto presso uno degli enti interessati.
  • Non si può accedere alla totalizzazione se si è già titolari di trattamento pensionistico.


MODALITÀ DI CALCOLO


Il calcolo del pro quota a carico della Cassa Geometri viene effettuato con il sistema contributivo di cui alla  legge 335/95 , ma con coefficienti diversi, sia pur corretto da una relazione matematica (Algoritmo) prevista dal decreto stesso.
Viene, invece, utilizzato il sistema di calcolo reddituale nel caso in cui il richiedente abbia maturato il requisito d'anzianità contributiva e di iscrizione prevista per la pensione di vecchiaia ordinaria.
Non si applica invece il requisito del raggiungimento del limite del volume d'affari minimo previsto dal comma 8 dell'art. 3 del Reg. Contr.

TRATTAMENTO MINIMO

 

Sulle pensioni in totalizzazione non è riconosciuto l'istituo dell'integrazione al trattamento minimo e le stesse sono integralmente cumulabili con i redditi da lavoro.


PAGAMENTO DEI TRATTAMENTI


Il pagamento degli importi liquidati dalle singole gestioni è effettuato dall'INPS anche nei casi in cui detto Ente  non sia interessato al pagamento di alcuna quota di pensione.



REVERSIBILITÀ


Le pensioni dirette liquidate con la totalizzazione sono reversibili ai superstiti.
Le domande di reversibilità di pensioni dirette in totalizzazione vanno sempre presentate all'Inps che curerà l'istruttoria e la liquidazione delle stesse.