Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di altri siti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui

Ok

Le guide › La contribuzione

LA RATEIZZAZIONE


Attivazione della rateizzazione

La rateizzazione può essere attivata per la morosità presente sul Portale dei Pagamenti tramite la funzione VISUALIZZAZIONE E PAGAMENTO MOROSITA’ per importi superiori a € 200,00 (delibera consiliare n. 131 del 4.10.2017) secondo le fasce di debito  di cui alla seguente tabella: 


Fasce di irregolarità contributiva

Numero di rate

Da € 200,00 a € 600,00

6 rate mensili

Da € 600,01 a € 3.000,00

6-12-18 rate mensili

Da € 3.000,01 a € 6.000,00

6-12-18-24-30-36-42 rate mensili

Da € 6.000,01 a € 10.000,00

6-12-18-24-30-36-42-48 rate mensili

Da € 10.000,01 a € 15.000,00

6-12-18-24-30-36-42-48-54-60 rate mensili

Da € 15.000,01 a € 20.000,00

6-12-18-24-30-36-42-48-54-60-66 rate mensili

Da € 20.000,01 in poi

6-12-18-24-30-36-42-48-54-60-66-72 rate mensili


Il piano di ammortamento è predisposto con l’applicazione degli interessi nella misura pari al 4% annuo sull’intera somma, comprensiva di oneri accessori. 

Modalità di pagamento

Le modalità di pagamento previste per la rateazione sono: 

  • M.Av.
  • Carta di credito
  • Incasso domiciliato postale

La scadenza della rata è fissata al 27 di ogni mese.
La Cassa invia mensilmente ai geometri una email di cortesia per ricordare la scadenza del pagamento. 


Revoca della rateizzazione

La revoca della rateizzazione subentra in caso di mancato versamento di 4 rate consecutive oppure di 8 non consecutive. La morosità residua dovrà essere versata in unica soluzione tramite il Portale dei pagamenti ameno che l’interessato non chieda la riammissione ad una nuova rateizzazione.

 
Riammissione ad una nuova rateizzazione: in caso di revoca è possibile essere riammessi ad una nuova rateizzazione, purché sia stata pagata almeno una rata del piano di ammortamento e se non si è beneficiato in precedenza della riattivazione. 

Per la riattivazione è necessario che il geometra versi entro 60 giorni dalla ricezione della notifica di revoca tramite bonifico bancario due rate della dilazione revocata, previo contatto con l’ufficio che fornirà le necessarie indicazioni per il versamento.  Una volta acquisito il bonifico, la morosità residua rimarrà disponibile sul Portale dei Pagamenti per l’attivazione della nuova rateizzazione.

Decorso inutilmente il termine di 60 giorni, sarà possibile attivare una nuova rateizzazione secondo le seguenti condizioni:
 
  • coloro che hanno pagato almeno il 50% dell’importo rateizzato potranno essere riammessi previo versamento di due rate del piano di ammortamento revocato;
  • coloro che hanno versato meno del 50% dell’importo rateizzato potranno essere riammessi regolarizzando le rate mancanti al raggiungimento della soglia del 50%.

N.B. La riammissione ad una nuova rateizzazione può essere concessa una sola volta.


Rateizzazioni chiuse ma incomplete

I geometri che hanno concluso la rateizzazione, ma non hanno versato alcune rate possono regolarizzare il debito residuo secondo le seguenti indicazioni 

  • geometri che hanno pagato più del 50% dell’importo rateizzato: possono saldare gli importi relativi alle rate non pagate tramite la funzione “Visualizzazione e Pagamento Morosità” del Portale dei Pagamenti in unica soluzione o attivando una nuova rateizzazione. 

  • geometri che hanno pagato meno del 50% dell’importo rateizzato: possono regolarizzare il debito residuo tramite la funzione “Visualizzazione e Pagamento Morosità” del Portale dei Pagamenti in unica soluzione. In alternativa, ai fini dell’attivazione di una nuova rateizzazione, dovranno versare l’importo delle rate mancanti al raggiungimento della soglia del 50%, contattando tramite la funzione “contact center” il competente Ufficio che quantificherà l’importo dovuto per l’attivazione della nuova rateazione, indicando anche le modalità di pagamento. 

Accorpamento rateizzazioni 

L’associato può chiedere di unificare più rateizzazioni in corso o includere ulteriore morosità presente in rateizzazioni già attivate sul Portale dei Pagamenti, facendo una specifica richiesta  (tramite contact center). L’ufficio provvederà all’adempimento, dandone comunicazione all’interessato.

Nell’ipotesi in cui la rateizzazione in corso sia  irregolare (una o più rate saltate) ed è riferita ad anni precedenti al quinquennio (esempio: richiesta presentata nel 2018, rateizzazione del periodo 2013 e precedenti) l’accorpamento è possibile solo nel caso in cui l’iscritto abbia versato il 50% dell’importo rateizzato. il geometra dovrà quindi sanare preliminarmente la differenza per poter accedere all’accorpamento altrimenti tale possibilità non viene concessa.